Home

Preseleziona la ricerca

La via del Tartufo e della Castagna nella Valle del Turano II

Da Paganico Sabino a Turania, passando per Collalto Sabino, Nespolo e Collegiove

La seconda parte di un itinerario unico, tra i borghi e i sapori della Valle del Turano. Si deve percorrere per intero la Strada del Tartufo e della Castagna della Valle dei Turano per apprezzare il gusto dei prodotti locali, ma anche le tradizioni, le feste, i ritmi di vita e le bellezze storiche-artistiche di un territorio con una forte personalità.

  • Artistici - Culturali
  • Natura e Relax
  • Moto
  • Automobile
  • Camper

immagine della tappa a Collalto Sabino

Immagine di Collalto Sabino

Il tour di Collalto Sabino, tra i Borghi più belli d'Italia, inizia dalla rocca per raggiungere poi il Castello baronale, dal quale si gode di una vista suggestiva sui monti circostanti. Il centro storico più basso è un pittoresco intreccio di stradine medioevali e sono tanti gli elementi di grande interesse storico artistico come la fontana ottagonale, Palazzo Latini e la Chiesa di S. Lucia.

immagine della tappa c Nespolo

Immagine di Nespolo Attraverso via Roma si raggiunge Nespolo, paesino nato intorno al XIII secolo a 1000 metri sul livello del mare. Passeggiando nel centro storico ci prendiamo una pausa per ammirare i panorami suggestivi fatti di monti e verdi boschi di querce e castagni. A metà ottobre Nespolo ospita una Festa della Castagna.

immagine della tappa d Collegiove

Immagine di Collegiove Dirigendosi verso nord, si può fare un'escursione a Collegiove, un altro piccolo centro della Comunità Montana del Turano, frequentato dagli amanti del trekking. Nei dintorni si trovano numerosissimi castagneti. Qui la Festa della Castagna si svolge nei primi giorni di Dicembre.
Il percorso ora torna indietro, verso Collalto Sabino, per prendere la provinciale 32b e poi Via di Porta Romana per Turania.

immagine della tappa e Turania

Immagine di Turania

L'itinerario si chiude a Turania, dove si può visitare la chiesa del Santissimo Salvatore e la chiesa di Santa Maria del Carmine, risalente al XVI secolo. Qui si svolge regolarmente ad ottobre una celebre sagra della castagna.

Lascia un commento

Commenti e suggerimenti dei visitatori:

valentina07/10/2013 22:14

Che bello questo tour, proprio alle pendici dei monti Cervia e Navegna, consiglio di farlo in moto!